albero genealogico di abramo

Albero genealogico di Abramo

Abramo è stato il capostipite della nazione ebraica e del monoteismo. La sua storia è narrata nella Bibbia, nei libri della Genesi e dell’Esodo.

La tradizione ebraica lo considera il patriarcha di Israele, mentre la tradizione cristiana lo considera il progenitore di tutti i credenti in Cristo (cioè gli “abramiti”), perché Abramo è stato il primo a ricevere la promessa della discendenza che avrebbe portato all’incarnazione del Messia.

Secondo la Genesi, Abramo era originariamente chiamato Abram (“padre elevato”), ma Dio gli cambiò il nome in Abraham (“padre di molti”).

La famiglia di Abramo si stabilì in Canaan fin dal 1800 a.C. circa, anche se la data esatta non è nota con certezza. Secondo alcune tradizioni, Abramo era originariamente un idolo adoratore proveniente da Ur dei Caldei, ma fuggì dalla sua patria a causa della idolatria degli abitanti.

Dio scelse Abraham come strumento per realizzare i Suoi piani per l’umanità e gli promise che sarebbe diventato il padre di un grande popolo. Nel corso della sua vita, Abraham ebbe due figli: Isacco e Ishmaele.

Come si chiama il paese d’origine di Abramo?

Italiano:

Abramo è originario della città di Ur, situata in Mesopotamia.

Come si chiamano i figli di Gesù?

I figli di Gesù sono noti come i Figli di Dio.

Chi è il discendente di Abramo?

Abramo è il progenitore di Isacco e Isacco è il progenitore di Giacobbe. Giacobbe è il padre di dieci figli, tra cui Giuda, che divenne la tribù che prese il suo nome. I discendenti di Abramo sono quindi i seguenti: Isacco, Giacobbe e tutti i figli di Giacobbe.

Chi furono i figli di Abramo?

Abramo è stato il padre di tre figli: Isacco, Ismaele e Giacobbe.

Isacco è stato il padre di Esaù e Giacobbe.

Giacobbe è stato il padre di dodici figli, tra cui i patriarchi delle tribù d’Israele.

Il figlio di Giacobbe

Il figlio di Giacobbe era un uomo molto coraggioso. Spesso andava in battaglia e lottava con i nemici. Era anche molto astuto e riusciva sempre a vincere le sue battaglie.

Abramo è considerato il capostipite dei tre monoteismi (Ebraismo, Cristianesimo e Islam), poiché fu lui a ricevere da Dio la promessa che i suoi discendenti avrebbero costituito una grande nazione. Abramo visse circa tra il 1860 a.C. e il 1640 a.C., ma la data precisa della sua nascita non è nota. La tradizione ebraica lo colloca nella città di Ur, in Mesopotamia, mentre secondo la tradizione islamica Abramo nasceva ad Antiochia di Siria. Secondo la Genesi, Abramo era figlio di Terach e nipote di Nahor, entrambi idolatri; Abramo visse prima a Ur, poi a Harran insieme alla famiglia. A causa della idolatria della sua famiglia, Dio ordinò ad Abramo di lasciare Harran per Canaan: Abramo ubbidì all’ordine divino e si trasferì in Canaan insieme alla moglie Sarai, al fratello Lot ed agli schiavi. Successivamente Dio promise ad Abramo che i suoi discendenti avrebbero costituito una grande nazione; per sancire questa alleanza Dio chiese ad Abramo di circoncidere tutti gli uomini della sua famiglia. Nel frattempo Sarai non riusciva a concepire un figlio; come segno dell’alleanza con Dio, Sarai acconsentì ad affidare il proprio schiavo Agar all’uomo che sarebbe stato il futuro padre del figlio promessogli da Dio: Ismaele. Sarai concepì in età molto avanzata anche un figlio legittimo, Isaac: Ismaele divenne il capostipite degli Arabi, mentre Isaac fu padre di Esaù (capostipite degli Edomiti) e Giacobbe (padre degli Israeliti).

Lascia un commento